Senza categoria

PROGRAMMA ELETTORALE

Postato il Aggiornato il

10 PUNTI PER MIGLIORARE LA VITA DEI CITTADINI TERAMANI

Il Movimento 5 Stelle si prepara a governare il Comune di Teramo.

Dopo il completo fallimento del centrodestra e del famoso “Modello Teramo” che ha solamente impoverito il nostro territorio, è necessaria una svolta di cambiamento.

Grazie a tutti i nostri attivisti abbiamo elaborato un programma  chiaro e concreto per  intervenire sulle cose più semplici della nostra quotidianità e per migliorare, finalmente la vita dei cittadini teramani.

 

 

1) Una Città viva bella e pulita di cui essere orgogliosi (cura del verde pubblico e del decoro urbano, assessore alle manutenzioni);

2) Meno tasse sui rifiuti con l’applicazione della Tariffa Puntuale;

3) Rilancio del turismo e del commercio in Città (eventi culturali, riduzione dell’imposta sulle insegne, servizi comunali efficienti);

4) Ricostruzione veloce (potenziamento degli uffici tecnici);

5) Valorizzazione delle eccellenze locali (polo museale, osservatorio astronomico, conservatorio, beni archeologici);

6) Una Città digitale e democratica. Una città per i giovani. (wi-fi nelle piazze, App per la comunicazione; di eventi e informazioni turistiche, consultazione della cittadinanza con referendum e sondaggi);

7) Sicurezza nelle scuole e sicurezza sociale (nuovo polo antisismico, potenziamento polizia locale, impiego dei richiedenti asilo per lavori di pubblica utilità);

8) Mobilità sostenibile e tutela dell’ambiente (collegamenti pedonali, potenziamento parco fluviale e collegamento con le frazioni, postazioni di ricarica per macchine elettriche);

9) Frazioni, un patrimonio da tutelare (strategia di valorizzazione e promozione delle tipicità, eventi dedicati e nuove infrastrutture);

10) Progetti strategici e medio e lungo termine (assegno civico, planetario all’Osservatorio di Collurania, unità strategica comunale per i bandi europei, eliminazione delle barriere architettoniche, consultazione popolare per grandi opere);

 

Il programma elettorale completo è suddiviso in 5 aree tematiche:

 

1) Urbanistica

2) Cultura

3) Commercio

4) Idee strategiche

5) Servizi comunali

 

 

Per scaricare e diffondere il VOLANTINO IN 10 PUNTI clicca QUI

Per scaricare e diffondere il PROGRAMMA COMPLETO clicca QUI

 

IMG_6392IMG_6391

BERARDINI REPLICA A MARIANI: “PARLA DI CONTENUTI INVECE DI ANNUNCIARE QUERELE FANTASIOSE”

Postato il Aggiornato il

BERARDINI REPLICA A MARIANI: “PARLA DI CONTENUTI INVECE DI ANNUNCIARE QUERELE FANTASIOSE”

fabio

È facile, da candidato, dire di essere legato al territorio. Più difficile, invece, è farlo credere ai cittadini quando il vuoto lasciato dal proprio ruolo ha scavato un solco non richiudibile tra i fatti millantati e la realtà.

 

Sandro Mariani oltre ad essere consigliere regionale, da tre anni e mezzo, è anche capogruppo del partito democratico. Sorvolando su facili commenti sulla sua decisione di tradire il mandato di governo regionale ricevuto al solo fine di ottenere una poltrona in parlamento, (è evidente che lo fa per il nostro bene) da lui i cittadini si sarebbero aspettati una campagna elettorale all’insegna dell’operato e delle cose fatte per il nostro territorio piuttosto che impiegare tutto il suo tempo ad attaccare e denigrare il Movimento 5 Stelle.

 

A guardar bene quindi, tolto qualche segno di affetto per la provincia manifestato con la nomina alla presidenza del BIM del suo collaboratore di fiducia Fieni, con la nomina a commissario dell’ATER del suo altro collaboratore Salini, con l’assoluto silenzio sulle inefficienze dell’USR per il terremoto e, infine, con la volontà di scaricare i fanghi zeppi di idrocarburi del porto di Ortona nelle acque antistanti il parco marino protetto del Cerrano a Pineto, (per fortuna tempestivamente bloccati dal M5S), il capogruppo Mariani risulta non pervenuto.

 

Capisco allora il suo nervosismo, anche alla luce di un partito democratico dato ormai sotto il 20%. Trovo infantile da parte sua, però, il tentativo maldestro di evitare l’uscita dalla scena politica, ormai prossima, passando il tempo a fare attacchi alla mia persona (minacciando querele fantasiose) o bombardando tutti i blog e siti web di suoi banner pubblicitari a pagamento. Più che un’altra storia, direi che Mariani è una storia vecchia!

Fabio Berardini

Movimento 5 Stelle

 

TERAMO: IL COMUNE NON HA I SOLDI PER FINANZIARE IL PIANO NEVE 2018

Postato il

PIANO NEVE 2018

IL COMUNE NON HA I SOLDI PER FINANZIARLO

IMGP7513-H121110174322--U18015852832758j-440x277

 

Incredibile ma vero. Se dovesse capitare nei prossimi giorni una nevicata all’interno del territorio comunale, non ci sarebbero i fondi per attivare il famoso “piano neve” predisposto dall’Ufficio tecnico comunale.

Leggi il seguito di questo post »

TERAMO: IL MOVIMENTO 5 STELLE CHIEDE LA PUBBLICAZIONE DELL’AVVISO PER LA BANCA DELLA TERRA D’ABRUZZO

Postato il

BANCA DELLA TERRA D’ABRUZZO

IL MOVIMENTO 5 STELLE CHIEDE LA PUBBLICAZIONE DEL BANDO

 

 M5S_regolamento_banca_terra_NLOG-620x330

 

La Regione Abruzzo, su proposta del Movimento 5 Stelle, ha approvato con legge regionale n° 26/2015, denominata “Banca della terra d’Abruzzo”.

Leggi il seguito di questo post »

TERAMO: IL COMUNE CONDANNATO A PAGARE 65.000 PER OCCUPAZIONE ABUSIVA

Postato il

ENNESIMA MATTONATA SULLE CASSE COMUNALI

Risarcimento-assistito-img-medium

 

Ennesima mattonata sulle casse del Comune di Teramo, già ridotte a brandelli dalla gestione del centrodestra teramano. A settembre dello scorso anno, infatti, il Comune è stato condannato dal Tribunale di Teramo a pagare un risarcimento danni pari a 65.000 euro in favore della I.S.T.E. – Impianti Sportivi Teramo – S.r.l. a causa di un’occupazione abusiva di terreni realizzata nel 2003 (durante l’epoca Sperandio) per la realizzazione delle opere di urbanizzazione (viabilità) esterne al servizio del Nuovo Polo Universitario di Teramo, in località Coste di S’Agostino.

Leggi il seguito di questo post »

CASO TERCOOP/ BRUCCHI CONTINUA A PRENDERE IN GIRO I LAVORATORI

Postato il Aggiornato il

IN 5 ANNI IL SINDACO NON HA MAI PRESO UNA DECISIONE ED ORA CERCA DI ADDOSSARE LA RESPONSABILITA’ ALL’OPPOSIZIONE

280220126861_0

Dopo diversi anni di assoluta inerzia da parte del Sindaco Brucchi, riguardo alla situazione dei parcheggi a pagamento gestiti dalla Cooperativa Tercoop, quest’ultimo, con delle dichiarazioni di cui dovrebbe assolutamente vergognarsi, cerca di addossare le proprie responsabilità addirittura all’opposizione.

Leggi il seguito di questo post »

TERAMO: LA NUOVA GIUNTA È ILLEGITTIMA

Postato il Aggiornato il

VIOLAZIONE DELLE QUOTE ROSA PER IL SINDACO BRUCCHI

maxresdefault

 

Con Decreto Sindacale n° 14 del 9/11/2017 il Sindaco Brucchi ha effettuato l’ennesimo rimpasto di Giunta, ridistribuendo le deleghe dei tre componenti che hanno rassegnato le proprie dimissioni nella mattina di ieri.

La nuova Giunta è così composta:

1) Genere maschile (4): Brucchi, Canzio, Cozzi, Di Sabatino (pari al 66,6%)

2) Genere femminile (2): Marchese, Misticoni (pari al 33,3%)

L’art. 1, c. 137, della legge 56/2014 ha previsto che “nelle giunte dei Comuni con popolazione superiore a 3.000 abitanti, nessuno dei due sessi può essere rappresentato in misura inferiore al 40%, con arrotondamento aritmetico”.

La norma, in assenza di ulteriori precisazioni, va intesa nel senso che, nel computo della percentuale, si deve tenere conto anche del Sindaco, in quanto componente della Giunta come chiarito dal Ministero dell’interno, Dipartimento affari interni e territoriali, con circolare n. 6508 del 24 aprile 2014. Nella predetta circolare è possibile leggere che, in base al principio generale, “nelle ipotesi in cui l’ordinamento non ha inteso annoverare il sindaco, nel quorum richiesto, lo ha espressamente indicato usando la formula “senza computare a tal fine il sindaco” e secondo prevalente giurisprudenza, si è indotti a ritenere che sia legittimo includere nel calcolo degli assessori anche il sindaco, a garanzia della rappresentanza di genere (nello stesso senso, si veda, TAR Calabria, sede di Catanzaro, sent. n. 1 del 9 gennaio 2015).

Il Consiglio di Stato, Sezione Quinta, con sentenza n. 406, emessa in data 27.10.2015 e depositata in data 03.02.2016, ha confermato la sentenza del Tribunale Amministrativo Regionale Calabria – Catanzaro con la quale ha riconfermato il carattere inderogabile della percentuale di “quote rosa” nelle Giunte comunali prevista dalla legge n. 56/2014, c.d. Delrio.

Ciò premesso è possibile affermare con assoluta certezza che la nuova Giunta varata dal Sindaco Brucchi è completamente illegittima e, pertanto, invitiamo il Consiglio regionale di parità a provvedere con il relativo ricorso.

Fabio Berardini

Movimento 5 Stelle Teramo