TERAMO: LA CORTE DEI CONTI LANCIA L’ALLARME SUI CONTI IN ROSSO DEL COMUNE

Postato il Aggiornato il

IL MOVIMENTO 5 STELLE CHIEDE UN CONSIGLIO STRAORDINARIO PER RISANARE LE CASSE COMUNALI

 

rfr

Il Movimento 5 Stelle ha più volte richiamato l’attenzione sulla scellerata politica finanziaria adottata dall’Amministrazione Brucchi, la quale ha comportato un costante depauperamento delle casse comunali ed un massiccio utilizzo dell’anticipazione di cassa che obbliga il Comune a pagare sostanziosi interessi alla Banca Tercas. Oggi, però, il Comune di Teramo è ormai al collasso.

A certificare questo dato non è solamente il Movimento 5 Stelle ma addirittura la Corte dei Conti sezione regionale di controllo per l’Abruzzo che, con delibera 145/2017/VSG, a seguito di un attento monitoraggio, condotto con riferimento al periodo gennaio-agosto 2017 (estrazione dati dell’8 settembre 2017), ha evidenziato, per il Comune di TERAMO, un disequilibrio di cassa pari a € -15,2 mln., corrispondente al 42% delle riscossioni di parte corrente. La Corte, inoltre, informa tutto il Consiglio comunale la situazione appare ulteriormente aggravata dalla rilevazione di un fondo di cassa finale, al netto dei pagamenti e degli incassi ancora da regolarizzare alla data indicata, pari a zero.

 

Il Collegio, con la propria Delibera, segnala che il verificarsi di un deficit di cassa è uno dei principali indicatori di squilibrio finanziarlo per il quale devono essere analizzate le cause e trovati gli opportuni rimedi, cosi da ripristinare regolari flussi che consentano all’ente di far fronte agli obblighi di pagamento con tempestività e nel rispetto delle direttive europee.

 

Infine la Corte, richiama l’attenzione del Consiglio comunale sui profili di criticità Segnalati, affinché provveda all’adozione di idonei Interventi tesi a garantire il conseguimento dell’equilibrio nella gestione della liquidità alla fine dell’esercizio in corso, nonché il rimborso dell’anticipazione di tesoreria. Qualora, all’esito del monitoraggio relativo a tutto il 2017, persistano le richiamate criticità la Sezione procederà all’avvio della verifica di sana gestione ai sensi dell’art. 7, comma 7 della legge 131/2003.

 

Per tutto quanto esposto, data la gravissima situazione finanziari, il Movimento 5 Stelle chiede che sia convocato immediatamente un consiglio comunale straordinario affinchè si provveda, secondo le indicazioni fornite dalla Corte dei Conti “all’adozione di idonei Interventi tesi a garantire il conseguimento dell’equilibrio nella gestione della liquidità alla fine dell’esercizio in corso”.

Fabio Berardini

Movimento 5 Stelle

 

Annunci