TERAMO/M5S: RIPRISTINIAMO LA LEGALITÀ SULLE ASSUNZIONI ILLEGITTIME A CHIAMATA DIRETTA

Postato il Aggiornato il

RUZZO RETI: RISTABILIAMO LA LEGALITÀ SULLE ASSUNZIONI

ruzzo-reti 

 

A seguito di alcuni articoli di stampa e della documentazione acquisita presso gli uffici competenti, il Movimento 5 Stelle chiede immediata chiarezza sulle due gravissime problematiche che interessano la Ruzzo Reti S.p.a.

La prima questione attiene al fatto che tutti i contratti dei dipendenti assunti dalla Ruzzo Reti successivamente all’entrata in vigore della L.R. Abruzzo n°23/2004, sarebbero affetti da nullità per violazione di legge, atteso che si sarebbe provveduto all’assunzione del personale senza il superamento del concorso o della prova selettiva prevista dall’art. 7 lett. f) della citata legge, nonché, in via generale, dall’art. 35 del D.Lgs. n° 165/2001 e dall’art. 97 della Costituzione che recita “Agli impieghi nelle pubbliche amministrazioni si accede mediante concorso, salvo i casi stabiliti dalla legge.”

 

In relazione a tale sconcertante illegittimità si evidenzia che la Ruzzo Reti ha già richiesto, inspiegabilmente ben 3 pareri legali: in data 23 settembre 2011 all’Avv. Vincenzo Di Marco, in data 18 aprile 2012 all’Avv. Franco Di Teodoro (acquisito dal Movimento 5 Stelle), in data 19 febbraio 2013 allo Studio Legale Pelillo.

 

Non può sottacersi in questa sede, che tutti i pareri sopra citati riportano una conclusione unanime: le Società Ruzzo Reti, Ruzzo servizi e SPT, in ragione della loro natura giuridica, erano soggette all’applicazione della Legge Regionale n° 23/2004, e di conseguenza, alle limitazioni di cui all’art. 7, comma 4, lett, f).

 

Ciò premesso è naturale concludere (come in effetti fa chiaramente l’Avv. Di Teodoro) che i contratti sottoscritti sono affetti da nullità e, pertanto, è necessario procedere all’accertamento dell’illegittimità con ogni conseguenza di legge.

 

A questo punto non si riesce a comprendere come mai, dopo ben 3 pareri legali, il Ruzzo abbia disposto un ulteriore e superfluo parere all’Avv. Giardetti sull’argomento (non specificando nemmeno il termine per il rilascio) nonostante la disciplina applicabile si sia ormai cristallizzata e definita.

 

Per quanto riguarda, invece, la seconda problematica, si denuncia in questa sede quanto riportato dal quotidiano on line primadanoi.it.. A tal proposito si afferma che la Ruzzo Reti, nel 2016 avrebbe speso ben 635.353,00 euro di soldi pubblici in costosissime consulenze: una media di più di 7 ‘chiamate’ esterne ogni mese per una cifra che supera i 50 mila euro ogni 30 giorni nonostante la Società abbia numerosi dipendenti.

 

Scorrendo la lunghissima lista delle consulenze, inoltre, si scorgerebbero praticamente sempre i soliti nomi i quali sarebbero stati scelti, la maggior parte delle volte, in maniera diretta derogando ad un principio di rotazione sancito del Codice dei Contratti pubblici.

 

In merito a tale questione il Movimento 5 Stelle, tramite un accesso agli atti effettuato presso la Società partecipata comunale, è venuto in possesso del verbale della seduta del Consiglio di amministrazione del 17 novembre 2016.

 

In tale delibera il Consiglio di amministrazione afferma chiaramente la necessità di richiedere 3 pareri legali contattando telefonicamente alcuni avvocati (4,000 euro all’avv. Marco Giardetti del Foro di Roma, 5.000 euro all’Avv. Carlo Malinconico del Foro di Roma, 4,500 euro all’Avv. Piergiuseppe Venturella del Foro di Pisa).

 

Ancora una volta, quindi, viene affermata con chiarezza la volontà della Ruzzo Reti di non adottare procedure trasparenti di evidenza pubblica per l’attribuzione di incarichi pubblici. Riteniamo vergognoso per una Società pubblica infatti, che tali incarichi debbano essere affidati tramite contatto telefonico da un non meglio precisato soggetto.

 

Per far luce sulla complessa vicenda il Movimento 5 Stelle richiede l’immediata convocazione della Commissione di controllo e garanzia per ascoltare in audizione il Presidente Antonio Forlini. Verrà inoltre richiesto ulteriore materiale per ristabilire la legalità all’interno di una Società considerata da molti come un vero e proprio carrozzone.

 

Fabio Berardini

Movimento 5 Stelle Teramo

 

Annunci