TERAMO/ LA GRAVISSIMA ILLEGITTIMITÀ DELLE PROROGHE SUL SERVIZIO PARCHEGGI

Postato il Aggiornato il

IL MOVIMENTO 5 STELLE CHIEDE AL COMUNE DI TERAMO DI RISTABILIRE LA LEGALITÀ ANCHE NEL RISPETTO DEI LAVORATORI

 

28022012686(1)

 

In data 29 aprile 2008 è stato stipulato il contratto per la concessione del sevizio di gestione dei parcheggi a pagamento con custodia di autoveicoli su aree scoperte del Comune di Teramo (Rep. n. 5408) in favore della Cooperativa Sociale Ter.Coop. di Teramo. La durata della concessione del servizio è fu prevista in 4 (quattro) anni decorrenti dalla data di stipula del contratto, con scadenza in data 28.04.2012.

Con D.G.C. del 26.04.2012. n. 186, l’Ente ha disposto, nelle more dell’avvio delle procedure per l’individuazione del nuovo concessionario del servizio di gestione dei parcheggi a pagamento, di affidare via in provvisoria, alle medesime condizioni contrattuali vigenti, di cui al Contratto Rep. n. 5403 del 29.04.2008, e ss.mm.ii., e sulle aree attualmente gestite, il servizio di gestione dei parcheggi a pagamento con custodia di autoveicoli su aree scoperte del Comune di Teramo in favore della cooperativa sociale Ter.Coop, fino a tutto il 31.12.2012 e, comunque, fino all’espletamento della gara e affidamento definitivo del servizio gestione dei parcheggi a pagamento.

 

A tale deliberazione di Giunta veniva data esecuzione tramite la Determina n° 752/2012 a firma del Dirigente Arch. Osvaldo Mattei che, non avviando le procedure di gara ha, di fatto, disposto una proroga sine die.

 

Dal 2012 ad oggi, dopo ben 5 anni di proroga in assenza di qualsivoglia atto amministrativo giustificativo, tale gara non è mai stata effettuata, andando a creare una gravissima ipotesi di illegittimità, in violazione di ogni principio stabilito dal Codice degli Appalti.

 

È importante evidenziare che, durante l’ultima Commissione Consiliare di garanzia e controllo tenutasi il giorno 3 maggio 2017, il Dirigente del Settore Avvocatura comunale, Avv. Cosima Cafforio, ha confermato a tutti presenti l’evidente situazione di grave illegittimità in cui versa l’Amministrazione comunale.

 

Il menzionato Dirigente ha affermato, inoltre, di aver sollecitato l’Amministrazione ad indire, al più presto una gara per il servizio in questione.

 

È importante evidenziare il seguente passaggio contenuto nel verbale:

– “La Dott.ssa Cafforio afferma che la proroga è illegittima e che si deve procedere con urgenza ad indire la gara. Relativamente alla richiesta di esonero dal pagamento della COSAP lo stesso deve essere adeguatamente motivato e non si può concedere ad personam, sono fattispecie che devono essere regolamentate.”

 

Nonostante tali affermazioni, ad oggi, dopo ben 5 anni di proroghe prive di qualsivoglia giustificazione, l’Amministrazione comunale si rifiuta di voler prendere una decisione su tale situazione in quanto, da diversi mesi, la Cooperativa ha anche depositato un progetto sul quale gli Uffici non si sono ancora pronunciati.

 

Il Movimento 5 Stelle, pertanto, diffida il Comune di Teramo a voler ristabilire la legalità in relazione a tale gravissima situazione.

 

Fabio Berardini

Movimento 5 Stelle Teramo

 

Annunci