TERAMO – IL SINDACO FUGGE DAL CONFRONTO IN CONSIGLIO COMUNALE. PRENDE ALTRO TEMPO SOLO PER SALVARE LA PROPRIA POLTRONA

Postato il

IL SINDACO SENZA MAGGIORANZA, PRENDE TEMPO SOLO PER SISTEMARE POLTRONE E STIPENDI.

 

01-A-WEB

Durante la Conferenza dei Capigruppo che si è svolta questa mattina, le opposizioni hanno richiesto la convocazione di un Consiglio comunale, per la prossima settimana, per verificare se il Sindaco abbia ancora i numeri per governare.

Il Sindaco Brucchi, evidentemente senza maggioranza, ha bocciato la proposta senza alcuna motivazione valida, fuggendo da un confronto sulle ragioni che hanno portato alle sue dimissioni ed al seguente ritiro delle stesse.

 

Tuttavia questo denota una vergognosa mancanza di rispetto non solo per tutti i consiglieri comunali e assessori (questi ultimi rimangono appesi ad un filo mentre nelle segrete stanze si decide del loro futuro) ma, soprattutto, per l’intera Città che continua ad assistere a questo teatro finalizzato solo allo scambio di poltrone e stipendi.

 

Alla fine il Sindaco ha stabilito la convocazione di un Consiglio comunale per il 6 giugno (solo per prendere altro tempo e poter accontentare i dissidenti).

 

NB: alla votazione sulla proposta dell’opposizione si sono ASTENUTI Angelo Puglia e Raimondo Micheli i quali, ancora una volta, continuano a voler tenere un piede in due scarpe. Probabilmente, essi, sono in attesa di qualche poltrona.

 

Il Movimento 5 Stelle, relativamente all’emergenza idrica ha richiesto la convocazione immediata della Commissione di Garanzia al Presidente Filipponi al fine di fare chiarezza su quanto accaduto, con audizione dei vertici del Ruzzo, ASL e ARTA.

 

Tale Commissione, con ogni probabilità, sarà convocata il 18 maggio p.v..

 

Il tempo è scaduto. Esigiamo risposte concrete sulla salute dei teramani.

 

Fabio Berardini 

Movimento 5 Stelle Teramo

Annunci