TERAMO – LE PROPOSTE DEL MOVIMENTO 5 STELLE PER IL CONSIGLIO COMUNALE

Postato il Aggiornato il

IL SINDACO VUOLE PARLARE DI TEMI O SOLO DI POLTRONE?

reddd

Nel Consiglio comunale di domani, come annunciato più volte, si dovrà votare sia sulla variante urbanistica per consentire all’ADSU di ottenere il finanziamento per la Casa dello Studente, sia sul provvedimento di rottamazione delle cartelle esattoriali.

Tuttavia il Sindaco, in questi giorni, ha completamente dimenticato di citare le tre proposte presentate dal Movimento 5 Stelle (ed inserite all’ordine del giorno), nonostante lo abbia più volte accusato di non essere propositivo.

 

Queste tre importantissime iniziative riguardano:

1) L’adozione del progetto presentato dal Direttore Buonanno per realizzare un “Planetario” all’interno dell’Osservatorio Astronomico di Teramo. Infatti dopo la bocciatura della funivia, il Consiglio comunale non si è ancora espresso per un progetto sostituivo da inserire nel Masterplan, danneggiando gravemente l’immagine della Città e precludendo delle possibilità di rilancio. L’Osservatorio è l’unico Istituto a valenza nazionale ed internazionale, che insiste sul territorio del Comune di Teramo, completamente dimenticato da parte dell’attuale amministrazione.

 

2) La seconda proposta riguarda l’adozione dell’applicazione per smartphone chiamata “Municipium”. Questa innovativa applicazione è utilissima per gestire e comunicare, ad ogni singolo cittadino dotato di smartphone, tutto ciò che accade in Città, a partire dagli orari di apertura degli uffici pubblici fino agli avvisi di allerta meteo. Tale strumento consentirebbe anche di comunicare in tempo reale ai genitori quali scuole vengano evacuate in caso di scossa sismica, in modo da evitare il panico in Città.

 

3) La terza ed ultima proposta riguarda l’adozione del Regolamento per l’Accesso civico generalizzato, un’importantissima novità per i cittadini. L’accesso civico generalizzato – cosiddetto F.O.I.A. (Freedom Of Information Act) – introdotto recentemente dall’art. 6 del D.Lgs. 97/2016, è il diritto di chiunque di richiedere i documenti, le informazioni o i dati ulteriori a quelli oggetto di pubblicazione obbligatoria, nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi pubblici e privati giuridicamente rilevanti. L’adozione di tale strumento è suggerita anche dall’Anci per agevolare i cittadini nella richiesta di documenti. Il FOIA è uno strumento innovativo rispetto all’accesso agli atti “classico” in quanto svincolato dall’interesse immediato e diretto verso i documenti richiesti.

 

Durante il Consiglio comunale di domani, pertanto, il Movimento 5 Stelle chiederà l’invertimento dell’Ordine del giorno in modo tale da poter discutere di queste importanti proposte per l’intera collettività.

 

In questo modo vedremo se il Sindaco è realmente intenzionato a parlare di temi e non solo di poltrone.

Fabio Berardini

Movimento 5 Stelle

Annunci