TERAMO. BRUCCHI PERDE I FONDI PER L’EDILIZIA SCOLASTICA

Postato il

IL PROGETTO DEL COMUNE DI TERAMO NON RISULTA NEL DPCM DELL’8 FEBBRAIO 2016 CHE HA FINANZIATO I PROGETTO DI EDILIZIA SCOLASTICA

edilizia-scolastica

 

L’edilizia scolastica costituisce una vera e propria emergenza nazionale a seguito dei recenti episodi sismici che hanno colpito il centro Italia.

Il problema, purtroppo, oltre alla negligenza degli amministratori, nasce anche dalla scarsità di risorse a disposizione degli Enti Locali e dagli esigui finanziamenti erogati dallo Stato a tal fine.

 

Un’importantissima opportunità per i Comuni è arrivata grazie all’intervento del M5S che, attraverso un emendamento alla Legge di stabilità per il 2014, ha modificato l’articolo 47 della Legge 222/1985 diretto a disciplinare le modalità di utilizzazione della quota dell’otto per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche.

 

A partire da tale anno, infatti, le quote dell’otto per mille derivanti dal gettito Irpef possono essere destinate a progetti di ristrutturazione, miglioramento, messa in sicurezza, adeguamento antisismico ed efficentamento energetico degli immobili di proprietà pubblica adibiti all’istruzione scolastica.

 

Il Movimento 5 Stelle Teramo, tramite il proprio Consigliere Fabio Berardini, nel settembre 2014 ha presentato tempestivamente una mozione per chiedere alla Giunta Brucchi di partecipare a questa importantissima opportunità con progetti validi e finanziabili.

 

L’Amministrazione, tuttavia, pur di non riconoscere il merito al Movimento, ha bocciato la nostra mozione inventandosi, per bocca dell’Assessore Guardiani, che attraverso questo canale sarebbe stato richiesto un contributo di 750mila euro per il Braga.

 

Ora i nodi sono venuti al pettine perché con Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri dell’8 febbraio 2016 sono state pubblicate tutte le domande pervenute ed i progetti finanziati.

 

Il progetto del Comune di Teramo NON RISULTA in questo elenco e pertanto chiediamo urgentemente all’Amministrazione di fornire una risposta in merito.

 

Non è possibile che grazie all’incompetenza che regna sovrana, il nostro Comune debba perdere importanti finanziamenti mentre il vicino Comune di Colledara si veda riconosciuti ben € 428.654,06 per il progetto di “Messa in sicurezza dal rischio sismico, adeguamento energetico, rimozione amianto, ripristino dell’idoneità igienico-sanitaria” del plesso scolastico in località Villa petto.

 

Attendiamo una risposta.

 

 

Movimento 5 Stelle Teramo