TERAMO: GUERRA TRA BANDE IN MAGGIORANZA

Postato il

ANNUNCIATI PESANTI TAGLI NEL PROSSIMO BILANCIO

INTANTO CONTINUA LA GUERRA FRA BANDE

5776314-Tre-gangster--Archivio-Fotografico.jpg

 

Quello a cui stiamo assistendo in questi giorni al Comune di Teramo è una semplice guerra fra bande.

L’Amministrazione è completamente nel caos e si susseguono ridicoli comunicati e contro comunicati provenienti dai vari pezzi di maggioranza. Tutti vogliono scaricare su qualcun altro la responsabilità dello stato disastroso in cui versa la nostra Città.

Peccato che tutto quello che troviamo scritto in questi comunicati stampa sia soltanto fumo, il quale nasconde la sete di potere e di poltrone di qualche consigliere comunale che, evidentemente, punta solo ad infilarsi negli orticelli altrui, non preoccupandosi minimamente del bene di Teramo.

È questo il caso del comunicato di NCD e Dodo Soprattutto dove, dopo molte chiacchiere in politichese basate sul nulla, si chiede al Sindaco di alienare ad altri la delega per le partecipate. Evidentemente la Te.Am. fa gola a molti.

In tutto questo ci chiediamo se Dodo Di Sabatino avrà gli attributi per staccare la spina al Sindaco o si farà comprare da una poltrona. Tutto questo lo vedremo nel prossimo Consiglio.

Mettendo per ora da parte lo squallore politico a cui stiamo assistendo, ci preme sottolineare che a breve verrà portato in Consiglio comunale il bilancio di previsione e l’Assessore al Bilancio ha già suonato l’allarme di pesanti tagli che saranno effettuati sui servizi pubblici.

A seguito di un’interrogazione del nostro consigliere, l’Assessore Guardiani ha risposto che ci sarà sicuramente un taglio sul settore scolastico ma non ha specificato dove e come.

Si taglierà forse sul trasporto scolastico? Sulle mense?

Quali sono gli altri settori che saranno interessati dal Bilancio lacrime e sangue che sarà portato in Consiglio?

Venendo ora al capitolo Te.Am., nell’ultimo question time abbiamo chiesto all’Amministrazione cosa intenda fare per evitare il licenziamento dei lavoratori posti in cassa integrazione ma anche qui non c’è stata alcuna risposta poiché troppo impegnati a salvare le loro di poltrone.

Quanto potrà andare avanti un’Amministrazione tenuta in piedi solo da poltrone, potere e tradimenti?

Quali pesanti tagli dovranno sopportare i cittadini teramani?

Intanto gli asfalti non vengono fatti, il verde pubblico non viene curato, il parco fluviale è in abbandono e le persone stanno perdendo il lavoro e la dignità.

Vergognatevi.

 

Movimento 5 Stelle Teramo