IL RUZZO AUMENTA LE TARIFFE – BRUCCHI VOTA A FAVORE

Postato il Aggiornato il

Il Ruzzo, società indebitata per decine di milioni di euro grazie alla mala politica di molti che oggi rappresentano i cittadini sedendo nei banchi della maggioranza, e che per questo oggi aumenta le tariffe, rappresenta il fallimento della politica clientelare tra destra e sinistra.

Il meccanismo è sempre lo stesso. Una popolazione che, sotto il ricatto del bisogno di sopravvivenza vende il proprio consenso a chi non si fa scrupolo di usare i beni pubblici per fini elettorali. Per spezzare la catena del ricatto il M5S sta portando avanti la battaglia del reddito minimo garantito, richiestoci per altro dall’Europa, e della gestione onesta e intelligente della cosa pubblica. Questa è la via per uscire dal buio che, al contrario di ciò che continuano a dire dai banchi della vecchia politica, permetterà ai cittadini di risparmiare ed alle casse degli Enti di invertire la strada degli sperperi. Come M5S in Regione stiamo per altro avviando l’iter che consentirà l’istituzione del reddito minimo per i cittadini abruzzesi.

Il Sindaco Brucchi deve immediatamente rispondere del perché ha votato a favore di un provvedimento il quale, andando ad aumentare (in media del 6.5%) le tariffe dell’acqua, anziché tutelare i cittadini potrebbe dare una mazzata letale alle tante famiglie ed imprese già in difficoltà per la crisi economica.

Fabio Berardini

Movimento 5 Stelle Teramo

Annunci