L’ASSURDA VICENDA DEI SERVIZI MUSEALI

Postato il

gruppo podistico

La vicenda della gara relativa all’affidamento dei servizi museali della Città di Teramo è l’ennesimo esempio dell’incapacità di questa Amministrazione Brucchi. Una vicenda che porta con sé i tratti del grottesco e dell’assurdo.

Andiamo con ordine. Il 9 Aprile 2015 la Giunta comunale delibera, con una sorta di delega in bianco, di affidare al Dirigente Paola Di Felice il compito di predisporre con urgenza una gara per l’affidamento dei servizi museali.

Addirittura il giorno dopo, il 10 Aprile, quasi a pensare che fosse già tutto pronto e studiato a tavolino, viene emanata la determina dirigenziale a contrarre la quale prevede una gara chiusa in cui sarà la stessa Dirigente ad invitare le Ditte.

Oggi veniamo a sapere che delle nove Ditte invitate, solo due hanno partecipato alla gara ed una di esse è il Gruppo Podistico Amatori Teramo. Qui sta il bello: come si può pensare che un gruppo podistico sia in grado di gestire i servizi museali? Quali figure professionali possono avere?

Infine sono due le cose veramente incredibili: la prima è che, in palese conflitto di interessi, all’interno del Gruppo Podistico Amatori Teramo sono presenti due Consiglieri comunali di maggioranza di cui uno, Domenico Narcisi, è addirittura General Manager della Società. La seconda è che il Sindaco, pur avendo fatto una delega in bianco al Dirigente Paola Di Felice oggi venga a dire che della gara non ne sappia nulla.

In queste condizioni il Gruppo Podistico farebbe bene a ritirarsi per ovvie ragioni di convenienza e non ultimo il fatto che svolgere servizi di custodia dei musei cittadini sarebbe anche contrario al proprio statuto il quale dà la possibilità alla Società di svolgere delle attività sempre legate allo sport ed in favore dei soci.

L’Amministrazione Brucchi non solo non è in grado di amministrare ma sta facendo seri danni al tessuto sociale, economico e culturale della nostra città.

Fabio Berardini

Movimento 5 Stelle Teramo