NESSUN LIMITE TARIFFARIO PER LA PISCINA COMUNALE

Postato il Aggiornato il

LE TARIFFE VERRANNO FISSATE DAL CONCESSIONARIO SENZA ALCUN LIMITE

Dopo una lunga attesa e tanta disorganizzazione è finalmente uscito il Bando di gara per la gestione della piscina comunale per il periodo estivo.

Il Bando scadrà il 10 Giugno ma andando a leggere le carte si scopre subito un’anomalia. Intanto bisogna evidenziare che il compito di un’Assessore allo sport, come nel caso della Lucantoni è quello di dare l’indirizzo politico ai Dirigenti in modo da favorire la massima partecipazione.

Questo indirizzo è stato dato? Ovviamente NO…Hanno fatto tutto i Dirigenti come al solito.

La cosa veramente strana, però, è che mentre da un lato all’inizio dello schema di convenzione si scrive che l’OBIETTIVO del Comune  è quello di  “garantire un più ampio accesso ai cittadini interessati a svolgere attività sportive”, dall’altro lato non viene posto NESSUN LIMITE TARIFFARIO per l’utilizzo dell’impianto! 

art 14

Comunque nonostante la libertà di stabilire le tariffe data al concessionario, l’art. 17 stabilisce che le utenze rimangono a carico del Comune, quindi come al solito si dà la libertà a dei privati di guadagnare a spese della collettività.

art.17

Annunci