TASSE IN AUMENTO

Postato il Aggiornato il

LA MAZZATA DEI CONGUAGLI TE.AM.

Mentre da un lato si continuano a spendere soldi pubblici per fare strisce pedonali bianche e rosse per poi ricoprirle con il catrame dopo circa 10 giorni, pagando anche gli straordinari degli operai della Te.Am. che hanno dovuto lavorare di notte, dall’altro lato sta emergendo la verità sui conti della Teramo Ambiente.

Il Sindaco spreca ed i cittadini pagano.

Sì perchè nel Piano Economico e Finanziario che sarà discusso domani alle ore 15.00 in Commissione Bilancio è presente un particolare inquietante: la Te.Am. chiede i conguagli tra preventivi e consuntivi dal 2010 al 2014 per un totale di 863.164,51 Euro che saranno ovviamente caricati sulle spalle dei cittadini.

CONGUAGLIO

Come Movimento 5 Stelle, appena insediati in Consiglio comunale, ci siamo subito accordi del fatto che dal 2010 ad oggi non siano mai stati fatti i raffronti tra le previsioni e le spese effettivamente sostenute ma il Sindaco e la sua maggioranza se ne sono sempre fregati.

La tabella sotto riportata evidenzia chiaramente che negli ultimi anni la Te.Am. ha puntualmente sbagliato, sempre a ribasso, le previsioni dei costi del servizio di igiene urbana continuando a spendere sempre di più.

ANDAMENTO

Siamo di fronte a dei costi completamente fuori controllo anche perché, pur avendo sempre chiesto puntualmente conto delle spese effettuate, non ci è stata ancora fornita alcuna documentazione analitica dei dati consuntivi comunicati dalla Te.Am.

Un’altra spada di Damocle per i cittadini teramani è rappresentata da 1.214.000,00 Euro circa di crediti inesigibili che dovranno essere anch’essi caricati all’interno della Ta.Ri. In questo modo il totale del PEF 2015 sarebbe di 13.146.915,94 Euro. Questo determina un pauroso aumento rispetto al 2014 che andrà a strangolare completamente tutti i contribuenti.

 

Fabio Berardini

Movimento 5 Stelle

Annunci