METANODOTTO A TERAMO – QUELLO CHE GLI ALTRI NON DICONO

Postato il Aggiornato il

METANODOTTO A TERAMO

Oggi si è riunita la Commissione Urbanistica per valutare conformità urbanistica dell’opera e la dichiarazione di pubblica utilità.
In poche parole questo METANODOTTO verrà costruito da una società PRIVATA (la S.g.i. S.p.a) che sfrutterebbe degli espropri sia di terreni AGRICOLI e sia di terreni EDIFICABILI creando un notevole danno economico al territorio.
Sono state poste le seguenti domande:

1) Quale sarebbe la pubblica utilità dell’opera?

L’Assessore non è riuscito a dare alcuna risposta soddisfacente poichè è palese che non c’è alcuna utilità per cittadini teramani. L’utilità ci sarebbe solo per la S.p.a. che, raddoppiando la portata dei suoi metanodotti che portano il gas alle centrali di stoccaggio, sicuramente andrebbe ad aumentare la possibilità di fare lucro con la vendita del gas.
(Lo stesso rappresentante della S.g.i. presente in Commissione ha dichiarato che le nuove condotte partono proprio da Cellino dove è presente una stazione di stoccaggio gas)

Per approfondimenti:

Piattaforma di stoccaggio a San Benedetto: https://www.youtube.com/watch?v=56HrZoV4fyA&feature=youtu.be

Piattaforma di stoccaggio a Cellino: http://www.rivieraoggi.it/…/stoccaggio-gas-a-cellino-attan…/

2) La Società pagherebbe dei canoni al Comune per l’occupazione del terreno?

L’Assessore non aveva nemmeno preso in considerazione il problema ed, ovviamente, non ha saputo rispondere.
E’ invece fondamentale accertarsi se questa Società sia tenuta o meno al pagamento della tassa per l’occupazione dei terreni ed a quanto ammonti tale cifra.

3) E’ stato chiesto alla S.g.i. di costruire opere pubbliche in compensazione al danno arrecato al territorio? (Lo stesso rappresentate della S.g.i. ha dichiarato che la legge lo prevede)

Anche su questo punto l’Assessore non ha saputo rispondere forse perchè non era informato a sufficienza sulla nuova normativa.
Di fronte a questo clima di assoluta incertezza ed impreparazione su temi così importanti, come Movimento 5 Stelle abbiamo chiesto che venga ritirato il punto all’ordine del giorno del Consiglio Comunale e che sia convocata un’ulteriore Commissione per approfondire tutti i temi che sono emersi durante il dibattito.

L’Assessore ha negato questa richiesta poichè ha una strana fretta ingiustificata di approvare la costruzione di questo METANODOTTO.

A questo punto non ci resta altro che procedere, quindi, alla formale richiesta di convocazione della Commissione ai sensi del Regolamento Comunale, firmata da un quinto dei Consiglieri, per avere tutte le delucidazioni in merito.

Fabio Berardini
Movimento 5 Stelle Teramo

Annunci